Investire in Sénégal

Gli investitori, gli enti di ricerca, i partner economici e sociali possono contattare la Cancelleria Consolare

Consulat Honoraire du Sénégal
Consolato Senegal Sassari
Piazza del Rosario n. 9
07100 Sassari – Italie
Tel. 00 39 079238156
Fax 00 39 0796093113
Email:
Site internet: www.consulsen-sassari.it

Il Senegal è un Paese tradizionalmente democratico e stabile che ha saputo sperimentare pacificamente la cosiddetta alternanza politica. Come gran parte dell'Africa, i tassi di crescita dell'economia senegalese sono in costante aumento negli ultimi anni, con valori medi del 6%.

Il Senegal é membro delle principali organizzazioni internazionali, tra cui le Nazioni Unite, l'Unione Africana, l'Organizzazione per la Conferenza Islamica e, in ambito regionale, la Comunità Economica degli Stati dell'Africa Occidentale.

Il porto di Dakar costituisce punto di entrata e uscita delle merci non solo per il Senegal ma anche per diversi Paesi limitrofi, con un mercato complessivo di oltre 50 milioni di persone.

Infatti, il Senegal si trova alla punta estrema dell'Africa Occidentale e costituisce un punto di passaggio per merci e passeggeri in transito tra Africa, Europa, America del Sud.

Le Autorità senegalesi da tempo dedicano attenzione allo sviluppo di un quadro legislativo che favorisca e protegga gli investitori stranieri. Nel 2004 è stato adottato il nuovo Codice degli Investimenti, che prevede agevolazioni fiscali (es. sospensione dell’IVA per la durata dell’Investimento) e doganali per gli investitori, il principio dell’eguaglianza di trattamento tra operatori stranieri e senegalesi, la piena libertà di trasferimento dei capitali e dei profitti derivanti dall’investimento con i limiti previsti dalla normativa valutaria.

Il terziario resta la migliore componente dell'economia senegalese e la più attiva, grazie soprattutto al settore del turismo, delle telecomunicazioni (il nuovo Esecutivo punta all'introduzione del sistema digitale in molti settori - telemedicina, e-learning, digitalizzazione sistema televisivo-), del trasporto marittimo (a Dakar sono presenti 3 grandi compagnie di navigazione) e alla crescente domanda di servizi connessa alla posizione geografica di Dakar, sede regionale di numerosi organismi e società internazionali. In crescita la presenza italiana nei settori dell'ingegneria, dell'architettura e della consulenza.

Le grandi potenzialità agricole e del settore della pesca in Senegal non sono ancora pienamente sfruttate ed attendono gli investimenti europei. L'Italia sostiene tale iniziativa mediante un progetto della Cooperazione allo sviluppo denominato PAPSEN  che si propone di contribuire all'incremento  della produzione agricola attraverso l'introduzione di moderne tecniche di coltivazione.

Si segnala una significativa presenza di piccole società italiane e italo-senegalesi dedite all'attività di import-export e alla trasformazione di prodotti ittici e agro-alimentari.

Il settore edile continua a registrare una domanda fiorente nelle aree urbane in continua espansione, trainato anche dai programmi di edilizia popolare lanciati dal Governo.

Pur in presenza di aziende già attive nel settore, la raccolta e la prima lavorazione della plastica costituisce un mercato in cui si registrano significative opportunità di investimento per le aziende italiane.

Le Autorità senegalesi ripongono  forti aspettative sul settore minerario, che potrebbe far registrare una performance crescente, man mano che le miniere di oro e metalli ferrosi, di cui e' stato avviato lo sfruttamento alla fine del 2010, arriveranno ai livelli di produzione previsti.

Il legame con l'Unione Europea é garantito dalla partecipazione agli Accordi UE-ACP. Tra gli Stati europei, un rapporto privilegiato lega il Senegal alla Francia, ex potenza coloniale. Solidi e di antica data i rapporti con l'Italia, tenuto conto in particolare del tradizionale impegno del nostro Paese nel settore della cooperazione allo sviluppo e della presenza in Italia di una numerosa e ben integrata comunità di immigrati senegalesi.